Torre Daziaria o della Gabella

Fu costruita nel 1750 per volere di Papa Benedetto XIV sul luogo in cui esisteva il passaggio strategico sul fiume Santerno, come ricovero per i gabellieri preposti alla riscossione del pedaggio.

Si presenta come una piccola fortificazione a due piani con quattro torri angolari, la cui facciata è arricchita da una lapide di marmo a memoria delle vicende costruttive, e da una nicchia a forma di campana che ospitava una targa votiva in terracotta, raffigurante la Vergine Maria fra San Cassiano e San Pier Grisologo, ora conservata presso la Pinacoteca Comunale.

L’edificio non è visitabile all’interno.


Torre Daziaria o della Gabella
ingresso da via Pisacane