Luca Ghini

image_print

Figura di insigne botanico, diede un contributo fondamentale all’analisi scientifica del mondo vegetale in un’epoca in cui l’utilizzo delle piante mediche ancora oscillava tra rituali magici e attribuzioni di proprietà curative non sempre certe.

 

Nel 1539 ottenne la cattedra dei Semplici all’Università di Bologna, ed il suo prestigio crebbe a tal punto che fu invitato da Cosimo I de’ Medici a trasferirsi presso lo Studio Pisano e ad impiantare per primo in Europa un orto botanico universitario.

 

Grazie agli studi condotti a Pisa, redasse il primo Index Seminum della storia della scienza botanica.


Ultimo aggiornamento: