Andrea Raccagni

Attivo a partire dal 1946, Andrea Raccagni manifesta fin dall’inizio il suo gusto irrequieto per la ricerca, la sperimentazione e l’anticonformismo.

Le prime esperienze ascrivibili alle influenze del pre-informale, alle tendenze dello stile geometrico-razionale ed in seguito metafisico-surrealista, lo porteranno a sviluppare i tratti inconfondibili della sua arte che ama utilizzare materiali disparati ed esplorare le contaminazione fra pittura e scultura, nel tentativo di dare corpo al contrasto fra razionalità e irrazionalità, luce e buio e dunque al grande enigma della vita.


Ultimo aggiornamento: 31/07/2020

image_print