Palazzo Comunale

Situato nel cuore della città dove si incrociano perpendicolarmente la via Emilia (l’antico decumano romano) e la via Appia – via Mazzini (corrispondenti al cardo romano), si presenta costituito ancora oggi, come nel Medioevo, da due edifici collegati fra di loro da un voltone sulla via Emilia. L’edificio risale probabilmente alla prima metà del XIII secolo, ma solo poche tracce sono rimaste di quel tempo, come per esempio i capitelli in arenaria grigia sotto il portico sulla via Emilia, e gli archi gotici a sesto acuto di poco posteriori.

L’attuale aspetto dell’edificio si deve al radicale restauro della seconda metà del ‘700 progettato da Alfonso Torreggiani e portato a termine da Cosimo Morelli. A quest’ultimo si devono la facciata su piazza Matteotti, le sale del piano nobile e lo scalone monumentale.
La visita al primo piano può iniziare dall’ingresso che conserva una grande tela di autore ignoto raffigurante il condottiero imolese Taddeo Della Volpe e mobilio di stile bolognese del XVI secolo. Più oltre la Sala Verde – elegantemente arredata con mobili Rococò – conduce alla vasta Sala del Consiglio Comunale illuminata da lampadari di Murano del ‘700 e arricchita da busti e da una targa commemorativa opera dell’imolese Cincinnato Baruzzi.

La Sala del Caminetto, la Sala Rossa e la Sala Gialla costituiscono l’ala di maggior pregio artistico del palazzo, grazie agli arredi rococò, alle grandi specchiere dorate, ai lampadari in vetro di Murano del settecento, e ai soffitti affrescati ad opera di Alessandro Dalla Nave e Giacomo Zampa con soggetti allegorici. Infine l’antica cappella del palazzo, ora utilizzata come sala per riunioni, reca ancora alle pareti affreschi di Antonio Villa e Angelo Gottarelli, eseguiti nel 1793, raffiguranti i santi patroni della città, e la riproduzione del dipinto di Lavinia Fontana “La Madonna di Ponte rotto” – l’originale è conservato nella Pinacoteca Comunale – commissionato appositamente all’artista nel 1583.

 
Il palazzo è visitabile su appuntamento; per informazioni contattare lo IAT allo 0542.602207.


Palazzo Comunale
via Mazzini 4
tel. 0542.602111

 

Accessibile ai diversamente abili

 


Ultimo aggiornamento: 13/07/2020

image_print